Rel=author Implementa la tua Immagine nelle Ricerche con Google!

Google+ social network
L’implementazione del rel=”author” è stato un pò messo in ombra dal lancio di Google+. Quando implementato, l’autore riceve un trattamento di favore nei risultati di ricerca di Google.

Questo non modifica i risultati ma mette in evidenza alcuni dei siti e sicuramente influisce all’incremento del traffico. Se sei interessato al rel=”author” e non ti và di fare tutto da solo, segui questo articolo per uno dei metodi più comuni.Il metodo con i tre link.

Anche perchè le informazioni sull’autore nei risultati di ricerca  di Google sono un pò difficili da comprendere.

La regola dei tre link

La versione meno incasinata per implementare il rel=”author” è quella che richiede tre link specifici:

  • Un link dal tuo articolo alla tua pagina autore utilizzando il rel=”author”
  • Un link dalla tua pagina autore al tuo profilo in Google utilizzando il rel=”me”
  • Un link dalla pagina del tuo profilo in Google alla tua pagina autore utilizzando il rel=”me”

Articoli del tuo blog

Il primo link è dal tuo articolo nel blog alla pagina autore dello stesso dominio. Questo è un link che dice a Google chi è l’autore dell’articolo in questo dominio. Questo è il perchè utilizzi il  rel=”author” in questo link. Un blog con autori multipli avrà più pagine autore ed ogni autore punterà il link del suo articolo alla sua pagina autore utilizzando il rel=”author”.

Molti template permettono di disporre l’autore dell’articolo appena sotto il titolo (si dice nella byline). Quì è dove inserirai il link con il rel=”author”.

In questo modo ogni singolo articolo avrà nella byline un link, dal tuo nome alla tua pagina “about” o “chi sono”, utilizzando l’attributo rel=”author”.

Pagina Autore

Il secondo link è dalla pagina autore alla tua pagina del profilo in Google. Questo link dice a Google che l’autore di questo dominio è la stessa persona di quella nel profilo in Google. Stai affermando che il profilo in Google è tuo, questo è il motivo per cui utilizzi il rel=”me” in questo link.

La cosa migliore da fare è inserire l’indirizzo del tuo account Google ed aggiungere ?rel=”author”

http://plus.google.com/106916651754704083841?rel=author

Questo forse ti crea un pò di confusione perchè il link del profilo in Google+ finisce con /post. Ma tu togli il /post ed aggiungi ?rel=”author”.

Profilo in Google

Il terzo link è dal tuo profilo in Google alla tua pagina autore. Puoi anche aggiungerci un link al tuo sito.

Questo link ha un senso se il blog o sito è multi autore, ma inseriscilo lo stesso. Non devi essere l’autore di tutti i contenuti in questo dominio, ma vuoi sottolineare che sei l’autore di questi articoli in particolare.

Entra nel tuo profilo in Google e seleziona modifica profilo. Poi clicca la sezione contributore di e clicca aggiungi link personalizzato. Inserisci l’etichetta ed il link alla tua pagina autore. Questo inserirà il rel=”me” al link.

Autore dei contributi

Ora hai un’attributo rel=”me” dal tuo profilo in Google alla tua pagina autore. Aggiungi un link per ogni pagina autore che possiedi, quindi il tuo blog ed ogni sito dove sei un contributore.

Bene, direi che ci siamo, la parte tecnica del lavoro è fatta!

Come controllare il lavoro fatto

L’ultimo tassello è controllare che il lavoro sia stato svolto come si deve. Per vedere se tutto è corretto, copia il link di uno dei tuoi articoli nel rich snippet testing tool. Questo è quello che dovresti vedere come risultato:

Autore verificato.

Se non è quello che vedi (almeno per la parte verde), torna indietro e ricontrolla tutti i passi da seguire. Anche solo delle virgolette dimenticate possono invalidare la verifica. Inoltre, la tua immagine non la vedrai da subito, devi aspettare qualche giorno o settimana perchè Google possa visualizzarla.

Questo è il mio sito:

Il rel="author" di un sito.

Il tempo che passa tra implementare e visualizzare serve per gli indirizzi url che sono stati scansionati di recente. Quindi ci saranno alcuni articoli vecchi che per avere la tua immagine a fianco dovranno essere riscansionati da Google. Non significa che gli articoli vecchi saranno senza, significa che quelli che Google scansiona (vecchi o nuovi) avranno il rel=”author” implementato.

Questo è uno dei metodi per implementare il rel=”author” che conosco. Io ho scelto il metodo con verifica indirizzo email, in quanto ho un’indirizzo email e lo volevo provare.

Se hai dei suggerimenti utili, scrivi nei commenti.

18 comments

  • Grazie, veramente molto interessante, spero di riuscire a metterlo in pratica :P

  • Ciao, a me nella rich snippet tool esce l’immagine, ma nella ricerca google ancora no.
    Vorrei sapere come far uscire anche i vari post sotto il titolo nel motore di ricerca, come appare nella tua ultima immagine. Un periodo appariva ora non più…
    Grazie per l’attenzione

    • Il tempo che passa tra implementare e visualizzare serve per gli indirizzi url che sono stati scansionati di recente. Quindi ci saranno alcuni articoli vecchi che per avere la tua immagine a fianco dovranno essere riscansionati da Google. Non significa che gli articoli vecchi saranno senza, significa che quelli che Google scansiona (vecchi o nuovi) avranno il rel=”author” implementato.
      Anche per i vari post sotto il titolo è Google che decide se utile o meno (secondo lui ovviamente).

  • Ciao, ho questo problema sul mio sito http://psicologaonlinesalerno.it/
    Facendo una prova per gli autori nella ricerca google, tramite lo strumento “Test dati strutturati” in Strumenti per webmaster, mi escono degli avvisi nel campo “Estratti dati strutturati” e cioè:

    Avviso: Missing required field “entry-title”.
    Avviso: Missing required field “updated”.
    Avviso: Missing required hCard “author”.

    Questo vale per tutte le pagine che ho testato (nel mio sito ho solo pagine e nessun articolo).In quale file devo entrare index.php o page.php? E cosa devo fare?
    Nell’ index.php vedo questo :

    ” rel=”bookmark” title=”Permanent Link to “>

    Grazie

    • Ciao e scusa per il ritardo. quello che mi dici riguarda probabilmente la sintassi del codice nativo del tuo tema. Questa che offre Google è un’opzione nuova e pochissimi temi (nuovi) la integrano. Non è obbligatorio e non influisce sul tuo posizionamento, che tu corregga questi errori. Se vuoi risolvere correttamente questo problema ti consiglio di inviare una email a Google Italia, loro saranno molto precisi nella risposta.

      • Grazie Luca, quindi secondo te quegli errori non influenzano la riuscita della pubblicazione della faccina? Grazie

        • Ma … secondo me no. Attendi almeno dieci giorni prima di preoccuparti e ricontrollare tutto

          • Scusa un’altra volta, ho un altro dubbio: Nella stringa inserita nel mio sito (quella contenente rel author di cui parliamo per intenderci che suggerisce google) ho tolto la scritta Google+ nel tag <a perchè ho creato la pagina da pochi giorni e vorrei "riempirla" un po' prima di renderla "cliccabile", questo può penalizzare la riuscita della faccina secondo te?

          • Non ho capito a cosa ti riferisci ma se segui la procedura per esteso il riconoscimento viene attivato. Altrimenti non parte.

  • Ciao Luca, grazie per l’articolo, mi è stato veramente utile!
    Forse te l’hanno già chiesto nei commenti ma non ho capito bene come mai mi succede questa cosa:

    Facendo il test di Google mi dice che l’immagine è stata letta e inserita (se infatti fai il test appare la mia immagine profilo: http://www.google.com/webmasters/tools/richsnippets?url=http%3A%2F%2Fwww.matteochiti.it%2Fmodernizr-funzioni-di-rilevamento-del-browser%2F&html=&hl=it). Solo che, sia negli articoli appena pubblicati che in quelli nuovi l’immagine non è ancora stata inserita, quale può essere il motivo?

  • è da un po’ di tempo che ho seguito l’intera procedura, purtroppo però, non riesco ancora ad ottenere il risultato di far comparire la foto nei risultati di ricerca di google. Potrebbe aiutarmi per piacere?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *